CONCILIUM – Anno LVII – 1/2021

CONCILIUM – rivista internazionale di teologiaPagina
Gianluca Montaldi, Catherine Cornille, Daniel Franklin Pilario, Editoriale 1-14
Abstracts15-19
I. CHIESA E TEOLOGIA DI FRONTIERA
1. Una visione globale
1.1. Anna Staropoli, Lo scarto delle periferie del mondo: pietra angolare e fessura di infinito23-34
1.2. Sharon A. Bong, Incontrare lo straniero ai cancelli d’ingresso. Verso una teologia dell’ospitalità femminista post-coloniale35-45
1.3. Carlos Mendoza-Álvarez, Attraversare infinito, creare altri mondi possibili. Per una teologia decoloniale della migrazione46-56
1.4. Giovanni Giorgio, Inforg: quale confine tra natura e tecnica?57-66
1.5. Stan Chu Ilo, Teologia come attraversamento dei confini. Insegnamenti da un ostello per rifugiati67-80
2. L’Europa e il Mediterraneo come “case study”
2.1. Michelle Becka, Johannes Ulrich, L’Europa al confine. Ambiguità e dinamiche della gestione europea dei confini81-94
2.2. Cettina Militello, Il futuro (cristiano?) dell’Europa95-104
2.3. Zoran Grozdanov, Noi, il popolo (cattolico): è il populismo che sta sabotando il cristianesimo? Uno sguardo dall’Europa orientale105-112
2.4. Valerio Corradi, Il Mediterraneo come spazio di riconoscimento interculturale113-122
2.5. Giuseppina De Simone, Una teologia del Mediterraneo123-133
3. Epilogo
Crispino Valenziano, Arte, confine oltre i confini135-147
II. FORUM TEOLOGICO
Kristof K.P. Vanhoutte, Scritto da dei buffoni… approvato da delle scimmie. Una critica alla narrazione del covid 19151-156
Alberto Dal Maso, Cos’abbiamo imparato, in liturgia, uscendo dalla comfort zone? Nuovi scenari possibili per dei riti messi alla prova dal confinamento157-168